Corda Giovanni
San Gavino Monreale
Zafferano e bulbi di produzione propria

Zafferano

La raccolta

campoNelle prime ore del mattino, quando sono ancora chiusi, i fiori dello zafferano vengono raccolti a mano. 

I fiori vengono recisi con il pollice e l'indice alla base e finiscono dentro grosse ceste con cui verranno trasportati in casa, dove avrà inizio la sfioratura.












La sfioratura

sfioraturaArrivati a casa, molto spesso le donne, aprono il fiore e ne estraggono i tre stigmi che separano alla base eliminando la parte bianca dal resto dello stigma. Dopo la sfioratura lo zafferano viene umettato con un poco di olio extravergine di oliva (feidatura), in quantità minime. Questa operazione serve per conservare nel tempo lo zafferano ed evitare che perda le sue proprietà organolettiche.








L'essiccazione

essiccazioneViene poi essiccato in modo lento ponendolo su tavole di legno vicino a una fonte di calore. In questo passaggio lo zafferano perde tutta l'umidità riducendo il peso a un quinto del peso iniziale. Viene poi conservato in ambiente fresco e asciutto, preferibilmente in contenitori di latta, per essere poi imbustato al momento della vendita. Questo metodo di conservazione permette allo zafferano di mantenere inalterate e più a lungo le sue proprietà.














La tostatura e la macinatura

La tostatura e la macinatura rendono in polvere lo zafferano, per una migliore resa in cucina.