COLTIVAZIONE

Da circa cinquanta anni la famiglia Corda è attiva nella coltivazione e nella raccolta dello zafferano. La coltivazione avviene in modo naturale, senza l'uso di concimi chimici o altro, ma solo con il metodo elaborato dal Sig.Corda Giovanni, che negli anni si è sviluppato fino a farlo diventare uno dei migliori metodi di coltivazione naturale del prezioso bulbo.

Il metodo Corda

semina“Con una motozappa, nel periodo compreso tra fine di agosto e tutto settembre, a seconda delle condizioni climatiche, faccio i solchi ad una distanza di ottanta centimetri uno dall’altro.
La profondità è di appena quindici centimetri ma poi, una volta messi a dimora i bulbi, li rincalzo fino a raggiungere una ventina di centimetri dal piano di calpestio."

 

 

terreno pronto"I motivi che mi hanno indotto ad applicare questo metodo di coltivazione sono diversi: In primo luogo lo faccio per non inchinarmi troppo nel periodo della raccolta, secondo, per non calpestare il terreno sopra i filari dei bulbi, che quindi resta più soffice e inoltre questo favorisce il drenaggio dell’acqua.
Poi i bulbi vengono sistemati a circa dieci centimetri l’uno dall’altro.
Importante è utilizzare bulbi di buona qualità. Per avere bulbi buoni evito di lasciarli troppo nel terreno."

 

su grofu"Prima era uso lasciarli nel terreno dai cinque a sette anni, ma la maggiore resa si ottiene nel terzo anno di impianto (s’annu ‘e su grofu)."

"Poi comincia la decadenza della produzione di fiori e il bulbo inizia a svuotarsi. Quindi preferisco togliere il bulbo quando ha raggiunto la migliore condizione e prima che inizi a decadere, anche perché la vendita del bulbo, economicamente, rende quanto la vendita dello zafferano e ritengo giusto vendere bulbi di alta qualità."

"Ci vuole più terreno e ogni anno si deve utilizzare un terreno diverso alternando le colture: Dove non metto lo zafferano metto preferibilmente fave, piselli o ceci. Di solito, se non ci sono bizzarrie del tempo, ottengo dei buoni raccolti, ma ci vuole molto impegno. Nei terreni dove coltivo zafferano difficilmente vi si trova altra erba. Le continue zappettature e l’estirpazione delle erbe possono solo giovare alla coltura dello zafferano. Il rendimento a questo modo è superiore al chilogrammo di zafferano puro per mille metri quadrati, ma si può arrivare, con questo metodo, anche ad un chilo e trecento grammi."

CSS Valido!